Patagonia pesca

A pesca in Patagonia

Canada Kitimat

A pesca in Canada

Alaska pesca

A pesca in USA

Russia pesca

A pesca in Russia

Europa pesca

A pesca in Europa

Mongolia pesca

A pesca in Mongolia

Egitto pesca

A pesca in Egitto

Caraibi pesca

A pesca nei Caraibi

Oceano pesca

A pesca nell'Oceano Atlantico

Indiano pesca

A pesca nell'Oceano Indiano

Accessi al sito:

 

Egitto nel lago Nasser a pesca di Persici del Nilo giganti

Il lago Nasser è l'invaso artificiale più grande del mondo. Il bacino è lungo circa 550 chilometri e largo 35 km nel punto di larghezza massima, approssimativamente al Tropico del Cancro. Occupa una superficie di circa 6.000 km² con una capacità di circa 157 chilometri cubi di acqua. La zona del lago in Sudan viene chiamato dai locali Lago di Nubia.

In Egitto siamo in contatto con un tour operator locale guidato da personale Italiano. Sarete infatti accompagnati alla scoperta dell'Egitto da Eros direttore del tuor operator internazionale con sede in Egitto al Cairo. Eros sarà la vostra guida di pesca locale, ottimo interprete e ormai guida di pesca esperta sul lago Nasser.

Belize mappa

Breve presentazione dei pesci presenti nel lago

La maggioranza dei pescatori sportivi che hanno visitato il Lago Nasser per la prima volta hanno avuto la chance di effettuare la più grande cattura della loro vita: di fatto chiunque può raggiungere questo target e godere di un’esperienza indimenticabile.
Il Lago Nasser è il miglior luogo al mondo dove incontrare il Perisco Gigante del Nilo, pesce che esiste comunque anche nei grandi laghi e fiumi africani. Il Nasser, raffrontato con gli altri laghi in Africa, si trova in una regione remota e scarsamente popolata: questo isolamento “ideale” ha permesso il  proliferare di una abbondante e diversificata fauna ittica, di cui il Persico Gigante è il più numeroso componente presente in differenti pezzature: quando l’esca è in acqua, è impossibile immaginare se la prossima cattura sarà di 5 oppure di 80-90 chilogrammi di peso!

Persico 1 persico 4
Il Persico del Nilo è il più grande predatore d’acqua dolce al mondo, alla portata dei pescatori sportivi. Il Guinness dei Primati riporta una cattura fatta sul Lago Vittoria (Africa) ad opera di abitanti locali con un peso di 232 chilogrammi. La più grande cattura documentata sul Lago Nasser era di ben 176 chilogrammi! Inoltre ricerche scientifiche recenti dimostrano che il Persico del Nilo ha maggiori possibilità di raggiungere dimensioni eccezionali in sistemi chiusi (laghi) anziché nei fiumi e ci sono prove sicure che enormi persici vivano ancora nel Nasser. Inoltre per gli amanti della pesca dalla riva (Spinning e a mosca - Fly Fishing) il Nasser offre delle straordinarie esperienze, dove con esche artificiali si fanno importanti catture (gli ultimi
record registrati sono di 81, 55 e 50 chilogrammi – Persico del Nilo). Il Perisco del Nilo è la specie più ambita, ma nel Nasser abbondano anche i tenaci Tiger Fish e gli enormi Vundu Catfish.

Il Tiger Fish è un tenace combattente che prospera nel Lago: delle due specie presenti quella più comune è lo Hidronycus Forskalli che arriva a pesare fino ai 7 chilogrammi. Il Tiger Fish è imparentato con il Piranha Sudamericano e dopo un sguardo ai suoi denti aguzzi e taglienti, tutti i dubbi vengono fugati sulla natura predatrice di questi pesci. La forza e le dimensioni del Persico del Nilo sono una cosa, ma anche la sfida con il Tiger richiede parecchia energia. Non è solo un elegante e feroce predatore; è soprattutto un fiero combattente: scariche di adrenalina assicurate!

Tiger

I Catfish (pesci-gatto) offrono anche loro delle sfide emozionanti. Nel Nasser sono presenti ben 18 specie diverse: quelle più interessanti per gli sportivi sono il Bagrus ed il leggendario Vundu Catfish. Se si allama un Vundu, la sfida sarà indimenticabile. I pescatori locali raccontano di esemplare che raggiungono ben 50 chili: la cattura più grande effettuata durante una battuta di pesca sportiva si è fermata a 38 chilogrammi, un peso di tutto rispetto.

catfish

I “Safari in Barca”

Giornata tipo.
Una giornata tipica di solito vuol dire svegliarsi alle prime luci dell’alba per un paio d’ore di Shore Fishing (pesca dalla riva) e poi dopo una buona colazione il resto della giornata viene speso fuori in barca (tender: piccole barche da due persone) per la pesca a traina (Trolling) e dalla riva (Spinning e Fly Fishing). Alla sera, ci si può dedicare alla pesca in notturna, con esche vive ed artificiali, per stanare qualche curioso Vundu Catfish o Persico che viene a dare un’occhiata al nostro accampamento. In effetti se si hanno abbastanza energie si può pescare praticamente 24 ore su 24.
La maggioranza dei nostri campi-base sono localizzati su pulite spiagge sabbiose posizionate il più vicino possibile ad una zona di pesca. Di notte campeggiando sotto le stelle è possibile udire tutti i tipi di suoni: il gracidare delle rane, civette, sciacalli, uccelli notturni e l’eccitante “splash” di un grosso pesce che si sta nutrendo vicino al nostro campo. E’
quando si spengono le luci che l’area diventa viva: piccoli Gerbili vanno in cerca di un pezzettino di cibo insieme alla schiva Volpe del Deserto.
Un “Safari in Barca” è un “must” per tutti coloro che apprezzano “la lontananza dalla confusione, dal rumore e dalla frenesia”. Le zone di pesca da noi selezionate sono in aree remote lontano dalla civilizzazione. Per coloro che hanno il senso dell’avventura e amano la vita all’aria aperta, il Safari in Barca è il sogno che diventa realtà.

La logistica
Le nostre barche da uscita.

Egitto barca 1
Abbiamo 8 barche da uscita costruite apposta per il duro lavoro di ogni giorno in queste aree remote, prendendo a prestito la conoscenza degli abitanti locali e unendo una buona dose di tecnologia. Le abbiamo equipaggiate con capaci serbatoi di carburante e offrono tutto lo spazio necessario alla vostra attrezzatura. Lo spazio a prua permette delle agevoli e veloci manovre anche quando la preda si immerge sotto la barca stessa. Lo spazio poppa permette la traina in tutta comodità: ogni unità è inoltre equipaggiata con un “fish finder” e bilancia per la pesatura fino a 100 Kg..

Le navi appoggio.
Abbiamo 3 navi appoggio equipaggiate con 4-6-8 cuccette cadauna, bagno, doccia, cucina, capaci ghiacciaie per mantenere le bevande fresche, sistema rice-trasmittente in costante contatto con la nostra base di Assuan. La nave appoggio permette di organizzare un campo-base galleggiante confortevole vicino alle zone di pesca, quando la costa è rocciosa ed inospitale. Queste navi-madre inoltre trasportano tutto il necessario equipaggiamento per il safari e i campi-base sulla terraferma, le provviste, il carburante, i cuochi e gli aiutanti di bordo e le guide Nubiane locali che sorprenderanno l’ospite per la loro abilità di preparare un buon pasto nel mezzo del nulla, pane appena sfornato per colazione incluso, coniugando i sapori della cucina locale e occidentale.

appoggio 2

Periodo migliore?

Stagione A – Da Febbraio alla fine di Luglio
Dalla metà di Marzo alla fine di Luglio il Persico del Nilo si trova normalmente nelle acque basse. Questo accade perché la Tilapia, la sua principale preda, depone le uova che dopo la schiusa liberano gli avannotti che iniziano la crescita: tutto questo fenomeno si concentra tra i 3 e i 6 metri.
Questo è il periodo dell’anno migliore per la Pesca a Mosca e lo Spinning da riva. Anche la traina offre degli interessanti spunti, usando esche di superficie. In questo periodo ci sono ancora parecchi grandi Persici del Nilo, i quali però tendono ad avere una concentrazione minore che durante la stagione B.

I mesi di Agosto e Settembre sono veramente caldi sulle rive del Nasser.

Stagione B – Da metà Ottobre a fine Gennaio
Il livello del Nasser è al suo massimo e i grandi persici si trovano in  profondità. Gennaio e Febbraio sono i mesi della riproduzione e deposizione delle uova, per cui i grandi pesci si raggruppano per essere pronti all’evento.
Anno dopo hanno questo periodo ha offerto le catture maggiori per dimensioni e peso, soprattutto nelle zone sopra i promontori subacquei, lungo le pareti ripide delle coste che si immergono in profondità e nella zona delle secche. La traina ha dato il maggior successo, in quanto i mesi invernali non sono il massimo per lo Spinning da riva e il Fly Fishing. D’altro canto se le due tecniche appena menzionate non hanno il successo sperato con il Persico del Nilo, sono molto efficaci con il Tiger Fish.

Considerazioni:
Se l’obiettivo è la cattura dei Persici di maggiori dimensioni, la Stagione B è la vostra miglior opzione. La Stagione A vi offre più azione e divertimento ma le dimensioni delle catture sono inferiori. Attenzione: quando ci riferiamo a dimensioni inferiori, si intendono pesci tra 8 e 16 chili, tenendo in mente che il Persico del Nilo può arrivare a più di 100 chili.

Il Clima
Da Ottobre a Maggio: le sere sono fresche e di notte la temperatura può scendere agli 8 cº, quindi consigliamo di portare abiti pesanti e sacchi a pelo per la notte.
Da Aprile a Giugno: le temperature diurne sono simili alle temperature estive in Europa.
Da Giugno a Settembre: le temperature diurne raggiungono il loro picco tra i 30 e 35 gradi. I mesi più caldi sono Agosto e Settembre quando si raggiungono i 40/45 gradi. La temperatura del Lago è sempre di qualche grado inferiore alla temperatura dell’aria circostante, grazie all’effetto termico rinfrescante di una grande massa d’acqua.

Attrezzatura consigliata
Considerazione: Il Persico del Nilo è un pesce molto combattivo e tenace, di conseguenza l'attrezzatura deve essere molto robusta: si utilizzano canne e mulinelli simili a quelli per la pesca al Tarpon.
Traina:
Per la traina si utilizzano canne da 20/30 libbre tra i 7 ed i 9 piedi con mulinelli che abbiano una capienza di almeno 150 metri di filo da 30 libbre.
Spinning:
Pescando spesso da riva si tende ad utilizzare canne da Spinning piuttosto lunghe tra i 9 ed i 12 piedi e da 20/30 libbre ma anche qui si iniziano ad usare canne da Casting lunghe tra i 6 e i 7 piedi con mulinelli a bobina rotante molto robusti.
Artificiali:
Minnows da 15/20 cm a cui bisogna cambiare ancorette ad anellini. Ottime anche le esche siliconiche (tipo grossi shad). Gli artificiali possono essere  noleggiati o acquistati in loco.

N.B. E' possibile personalizzare il viaggio a vostro piacimento, inglobando giorni di soggiorno su terra ferma per visitare i templi Egizzi quali Abu Simbel, la valle dei Re, ecc.. Oltre ad abbinare qualche giorno al Cairo per vedere il museo Egizio oltre alle piramidi ed un soggiorno in Mar Rosso per fare snorkeling e pescare a traina o a surf casting. Cooperiamo con un tour operator locale che ci garantisce ottimi prezzi ed ottimo servizio senza ulteriori intermediari.